Storie di latte

Ogni neomamma ci passa: il bimbo piange e quelli intorno subito “ha fame, ma hai abbastanza latte?” Ovviamente, non vedi che ho le tacche di misurazione sulle tette? Oppure “hai controllato, il tuo latte è buono?” Sì, c’era scritto confezionato alle 10 consumare preferibilmente entro le 15 e sono solo le 12…

“Ormai il tuo latte è acqua” Mmm, probabilmente per 3/4 perché mi sono fatta una birretta con la pizza quindi secondo me c’è la giunta.

Scherzi a parte, una mamma già ha tante paranoie di suo: possibile che ci siano così tanti che non capiscono che non serve aggiungere le loro? Tutti a dire che il latte materno è sacro, buono e giusto e poi giù a insinuare dubbi! Ma allora, decidetevi! O meglio, fatevi i ##### vostri e campate 100 anni!

Le plurimamme non sono esenti, anzi peggio perché essendo mamme usate ci si aspetta che siano consumate, meno performanti. Quindi ecco che anche a ‘sto giro intorno alle mie tette si ammassano sguardi e discorsi altrui, del tutto non richiesti. E daglie e daglie il tarlo del dubbio l’ha avuta vinta. Sto benedetto figliolo, seppure ben pasciuto, piange SEMPRE. A 5 mesi non tiene le tre ore e il pediatra: “signora, non prima delle tre ore! Sono vizi…” no caro, è fame di quella che se non la assecondi ti perfora le orecchie a furia di urla. E non aiuta avere una collega di panza che invece del seno ha una latteria che sforna 200ml l’ora (tirati, neppure lei ha le tacche sul seno anche se una settima misura è un buon indizio…).

E quindi niente, stasera ho fatto il test. Rifilato al pupo un biberon di artificiale all’ora della nanna (150ml) ho sfoderato il tiralatte manuale.

Come ricordavo, trattasi di strumento di tortura: una ventosa a manovella che dovrebbe simulare la suzione ma che fa male e basta. In un’ora ho rimediato 150ml di latte e una tendinite. Mio figlio ciuccia l’equivalente e forse di più in 7 minuti. Ma tant’è, adesso il latte è misurato e visibile e sapete cosa? Il pupo PIANGE, sì anche col biberon di artificiale! Quindi no, non è il latte il problema: non scassate più le balle.

Da stasera ho una nuova stima per le mucche. Alle tre il turno biberon se lo becca il papi, io dormo e produco per la prossima sveglia.