Facebook contro il bullismo

facebook contro il bullismo

Di recente la cronaca ha riportato diversi casi di bullismo a mezzo dei social network sfociati nel suicidio dei ragazzi che ne erano vittime.
Il fenomeno del bullismo non è recente, c’è sempre stato e bene o male tutti ne abbiamo fatto le spese. A volte anzi ne siamo stati autori più o meno consapevoli o conniventi. Però il bullismo dei vecchi tempi era limitato a certi ambienti e momenti della giornata, aveva un audience e una persistenza più limitate nello spazio e nel tempo. Con i social network e la connettività mobile di oggi, il bullo ti entra letteralmente in casa, non ti lascia respiro e quello che dice di te arriva ovunque e resta nella memoria imperitura del web.
Questa forma moderna di bullismo è pervasiva e vigliacca: il bullo di una volta per essere efficace doveva come minimo avvicinarti ed esporsi in pubblico, il bullo di oggi se ne sta tranquillo lontano eppure ubiquo. Vigliacco armato solo di una lingua pungente e un telefonino.
Quanti ragazzi di oggi patiscono queste persecuzioni?
Quanti ragazzi di oggi se ne rendono attori senza nemmeno cogliere la gravità di quello che stanno facendo?

Oggi ho scoperto che Facebook ha reso disponibile una piattaforma per ragazzi, genitori ed educatori per prevenire e combattere il bullismo “da bacheca”.
Piattaforma Facebook contro il bullismo
Trovo sia una bellissima iniziativa: a leggere e sentire quante se ne dicono alcuni “giovani” che ho tra i miei contatti c’è da mettersi le mani nei capelli! Se penso che un giorno toccherà alla mia bambina affrontare queste situazioni mi dico: devo fare qualcosa! per essere pronta ad aiutarla. Non posso prevenire questi episodi né più né meno di quanto potessero al tempo i miei per me, però posso esserci e la piattaforma di FB in questo senso offre dei validi consigli.
Vorrei avere lo stile di una mia parente che prese e ramazzò (a parole eh!) il bullo che molestava la sua bambina ma so anche che – per quanto suoni appagante – non è la strada giusta. Preferisco che la mia bimba sappia come difendersi perchè il web è ubiquo, la mamma purtroppo no. Ed anche in questo senso la piattaforma safety di FB offre buoni consigli ma anche pratici strumenti di pronto intervento:

In chiusura per sdrammatizzare, vorrei trovare un lato positivo del fenomeno del bullismo a mezzo social network: si apre un’intera nuova, entusiasmante, area di esplorazione per l’HCI e le scienze sociali! Un campo di ricerca molto stimolante come testimoniano i video introduttivi di FB. Un lavoro che un pochino invidio 🙂