LILT Milano – “E contro il cancro cosa hai fatto?”

Campagna LILT Milano - prevenzione dei tumori
Al via la nuova campagna della sezione provinciale di Milano della LILT per la prevenzione del cancro (a cura di TBWA\Italia).
Il manifesto, colorato e spiritoso, tappezza le stazioni del metro. Il messaggio è chiaro: quante piccole ansie agitano il nostro quotidiano mentre i problemi più importanti vengono volutamente posti al margine. La prevenzione può salvare la vita: investiamo le nostre energie preoccupandoci di quel che conta davvero.
L’invito è a cambiare le nostre priorità: prevenire è vivere, prenotate una visita presso gli Spazi Prevenzione. Non porta via molto tempo e molti soldi ma aiuta davvero.

Riflessioni sulla comunicazione

I manifesti della campagna LILT si fanno notare sul metro, per strada. Sono colorati, spiritosi e tutto ad un tratto il tono leggero si fa serio: “ e contro il cancro, cosa hai fatto?“. Richiama all’azione: pensaci, prenota una visita, agisci per tempo. Non è uno scherzo.
Sul web non ho notato la stessa visibilità per la campagna.
Ne parlano diversi siti ma è difficile trovare un’immagine decente, il sito della sezione milanese è solo quinto nei risultati della ricerca (con una chiave molto specifica: “lilt contro il cancro cosa hai fatto”), terzo se si specifica “lilt milano”. Onestamente però, io che il manifesto l’ho guardato con attenzione, non avevo capito che la campagna è promossa dalla sezione milanese e credevo fosse nazionale.
Sul sito LILT nazionale trovare il riferimento alla campagna è arduo: già altrove ho sottolineato come la struttura di navigazione sia terribilmente complessa, manca un motore di ricerca interno e ci sono molti errori 404. Frustrante, purtroppo. Ho provato con Google (site: http://www.legatumori.it/ “contro il cancro cosa hai fatto”) ma niente perciò sono tentata di concludere che la notizia sul sito nazionale non è proprio passata.
Infine, il sito della TBWA\Italia – curatrice del progetto – è fatto interamente in flash perciò l’indicizzazione in Google non è delle migliori. In ogni caso difficile che il target medio della campagna cerchi informazioni a partire dall’agenzia che firma il manifesto…

Questa mancanza di visibilità web è proprio un peccato perché riduce le possibilità di approfondimento per l’utente.
Possiamo immaginare uno scenario simile a quello che ho realmente vissuto io: una mattina come le altre corro per prendere i mezzi in metrò, mezza addormentata. Scendo e una nota di colore mi colpisce in mezzo al grigiore della stazione: il manifesto LILT. Conosco l’organizzazione, mi soffermo per una scorsa rapida e corro a lavoro.
Più tardi cerco informazioni sul web ma non è che mi sia segnata il link o altro: chiedo a Google e cosa trovo? Già, dipende dalla mia buona memoria a) ricordarmi il testo del manifesto e b) notare che la campagna è promossa dalla LILT Milano per riuscire a trovare dei riferimenti .
A mio giudizio questo è molto negativo, se la comunicazione sui siti istituzionali fosse stata meglio concertata la visibilità ne avrebbe giovato e con essa la possibilità per più persone di approfondire il messaggio mettendo in atto l’invito a contattare i centri per la prevenzione (elenco degli ambulatori di Milano e nazionali).

2 commenti su “LILT Milano – “E contro il cancro cosa hai fatto?””

  1. Ziqu ha detto:

    Ciao Lucio, effettivamente ho l’impressione che nessuno abbia pensato a questo tipo di comportamento degli utenti. L’interazione tra offline ed online è una cosa di cui il no-profit/volontariato, per la mia esperienza, sembra non essere ancora consapevole.

  2. luciobarra ha detto:

    ciao! non posso che darti ragione su tutto l’articolo…ho “vissuto” la stessa identica cosa: sono in metro, vedo la campagna, resto stupito postitivamente e una volta al lavoro mi metto a cercare in rete le immagini in questione…Non ho trovato nulla! nemmeno la mini immaginetta che hai postato tu qui sopra. Devo ammettere che il mio è piu un’interesse professionale verso quelle illustrazioni ma comunque l’efficacia della campagna ne risente assai se in rete non si trova nulla. saluti:) LB

Commenti chiusi