Fusilli alla Medici

Scheda

Ricetta per:
3 porzioni
Difficoltà:
facile
Portata:
primo
Provenienza:
San Gimignano (SI)
Tempo di preparazione
10 minuti per lavorare gli ingredienti, 30 minuti di cottura.
La proprietaria della taverna dove ho assaggiato questo piatto mi ha detto che la ricetta originale era di Caterina de’ Medici, sorella di Lorenzo il Magnifico.
Successive ricerche mi hanno fatto pensare che fosse in vena di raccontare favole per intrattenere gli ospiti…
Che sia figlia di una regina, o di un contadino, quando l’assaggierete ve ne importerà poco.
Sarete troppo impegnati ad assaporarla.

Ingredienti

Fusilli alla Medici

fusilli
250gr
pancetta a dadini
90gr
noci
9
pomodori
6
aglio
1 spicchio
olio extravergine d’oliva
3 cucchiai
rosmarino
q.b.
sale
q.b.
acqua
q.b.

Preparazione

In una pentola mettete a bollire dell’acqua.
Mentre l’acqua si scalda lavate e tagliate a pezzetti i pomodori con un coltello.
Spargete un po’ di sale sui pomodori tagliati per aiutarli a perdere un po’ di acqua.
Pestate con il manico del coltello lo spicchio d’aglio e pelatelo, fatelo quindi soffriggere all’interno di un pentolino con un cucchiaio d’olio.
Quando l’aglio è ben dorato toglietelo e versate i pomodori nel pentolino.
Spezzate in tre parti il rametto di rosmarino e aggiungetelo al pomodoro.
Mescolate il tutto e lasciate cuocere a fiamma media il sugo per dieci minuti coprendo in parte il pentolino in modo da lasciar uscire il vapore senza che il pomodoro vi sporchi la cucina.
Dopo i primi 10 minuti di cottura abbassate la fiamma e lasciate asciugare il sugo mescolando di tanto in tanto per altri 20 minuti.
Nel frattempo rompete le noci con uno sciaccianoci, togliete almeno grossolanamente la pellicina dai gherigli e sminuzzateli con un pestello.
A parte fate rosolare la pancetta a dadini con un cucchiaio d’olio in una padella.
A questo punto l’acqua dovrebbe bollire: aggiungete il sale, l’ultimo cucchiaio d’olio ed i fusilli all’acqua in ebollizione.
Unite la pancetta rosolata al sugo e mescolate per qualche minuto mentre attendete la cottura della pasta.
Scolate i fusilli al dente e metteteli con il sugo nella padella, fate scottare il tutto mescolando energicamente per far prendere la salsa alla pasta.
Impiattate il tutto cospargendo la superficie della pasta con il macinato di noci e servite.

Note

La ricetta che ho assaggiato prevedeva l’uso di cavatelli freschi, ma non essendo così semplici da recuperare io ho usato dei fusilli. In un certo senso li preferisco: i cavatelli sono pugliesi, i fusilli sono nati nel Gran Ducato di Toscana: sono più in tono per la ricetta.